PIAZZA AFFARI: CHIUSURA SUI MASSIMI, MIBTEL +0,57%

18 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Seduta positiva per Milano, che nella parte finale ritrova tonicità, grazie agli acquisti su bancari, assicurativi ed energetici. Vendite, invece, sui Tmt (Tecnologici, media e telefonici).

Tra le Blue Chpis, il cui Mib 30 segna un rialzo dello 0,77%, hanno guadagnato molto bene le Banca Intesa a +3,87%, le Mediobanca a +3,13% e le Banca di Roma il 2,94%. Denaro anche sugli assicurativi che hanno visto le Alleanza salire del 3,87% e le Generali del 2,91%.

Bene gli industriali e gli energetici con le Eni a +1,58%, le Finmeccanica a +1,24%, le Fiat a a+0,54%, le Enel a +1,99%.

Bene la multiutility romana Acea che si apprezza del 3,88%.

Male i telefonici, esclusa la Tim che sale dell’1,79% dopo l’annuncio dell’intesa con il portale americano Yahoo!. Gli altri hanno perso abbndantemente bissando la giornata di ieri; Tecnost -4,08%, Telecom -2,27% e Olivetti a -1,43%.

Venduti anche i media, sia delle Blue Chips che del Midex: Mediaset -3,54%, L’Espresso -5,43%, e Mondadori -1,44%.

Nel Nuovo Mercato i tecnologici sono ovviamente calati con l’eccezione delle Opengate (+2,43%) e delle Tiscali (+0,33%). In rosso le E.Biscom -4,35%, le Cdb -1,9%, e le Poligrafico San Faustino a -1,81%.