PIAZZA AFFARI: CHIUSURA IN RIALZO

29 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Milano, orfana di New York chiusa per festa, si ferma con il Mibtel a +1,07%, sotto i massimi dell’intraday. La giornata è stata caratterizzata dal rimbalzo dei telefonici, dei media e dei tecnologici (Tmt). Scambi sotto la media.

Il Mib 30 è stato terreno di conquista della scuderia di Roberto Colaninno: le Seat sono volate del 6,24%, le Olivetti del 6,17%, le Tecnost del 4,87%, le Telecom del 4,66% e le Tim del 2,67%.

In rialzo alcuni bancari come la Bipop Carire che si ferma a +3,08% e le Mps a +2,46%.

Salgono le municipalizzate: quella milanese Aem del 5,64%, quella romana, Acea, dell’1,61%. L’Enel invece ha chiuso frazionalmente negativa.

Gran rimbalzo per tutti i titoli del Nuovo Mercato che battono lo scetticismo degli analisti e corrono come non mai. Su tutti il rialzo delle Tas che alla fine segnano un progresso del 50% a 85,75 euro. Ma anche le Tecnodiffusione sono salite del 24,15%, le Tiscali del 16,6%, le I.Net dell’11,8%, Freedomland del 10,45%, Cdb del 6,59%, Opengate del 6,51% e le E.Biscom del 6,18%.

Hanno corso bene gli editoriali con le Mediaset in rialzo del 2,35%, l’Espresso a +7,34%, le Mondadori a +4,23%, e le Class Editori a +1,49%.