PIAZZA AFFARI CHIUDE SUI MASSIMI GRAZIE ALLE TLC

1 Giugno 2000, di Redazione Wall Street Italia

Prima lo sprint del Nasdaq e poi il rimbalzo dei telefonici e dei media hanno portato il Mibtel ai massimi a +1,94%. Ottima la prestazione del Mib 30 (+1,98%), dove brillano anche Autostrade (+5,92%) e Mediolanum (+4,68%).

Tra le Blue Chip il podio è tutto per la scuderia di Roberto Colaninno: Olivetti a +5,79%, Tecnost a +5,51%, Tim a +4,67% e le Telecom a +2,79%.

Hanno corso bene anche i bancari con le Fideuram a +3,22%, le Rolo 1473 a +2,79% e le Unicredito a +2,3%.

Prima gli editoriali trattati al Midex e poi anche le Mediaset (+3,22%), tra le Blue Chip, oggi hanno messo a segno rialzi super: L’Espresso +3,93%, Class Editori +3,55% e Mondadori +2,64%. In ques’indice giornata positiva anche per l’Autostrada To-Mi (+4,24%) e per le Bulgari (+3,42%).

Ma la regina della seduta è stata la Acsm, la multiutility di Como che ha chiuso a +16,21% in attesa del prossimo collocamento del 24% del capitale. Sulla scia sono salite le Amga (+3,86%), le Acea (+3,27%) le Aem (+2,09%).

Infine il Nuovo Mercato che ha visto le prese di beneficio su Art’è (-13,83%) e sulle Tas (-5,9%). Liquidità per le E.BIscom (+8,54%), per le I.Net (+4,2%) e per le Tiscali (+3,46%).