PIAZZA AFFARI CHIUDE IN ROSSO, MIBTEL A -1,39%

24 Maggio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Il Mibtel si ferma a-1,39% e per soli quattro punti passa sotto la soglia dei 30 mila punti. Il Mib 30 chiude a -1,26% a 44.163 punti. Gli indici si fermano in negativo anche per il contributo finale dato dal calo dei titoli telefonici: Olivetti -2,95%, Tecnost -3,17%, Telecom -2,43%. In rialzo, invece, le Tim (+2,18%) che rimbalzano nei minuti vicini alla chiusura. In rosso anche oggi le Seat (-3,78%) a 3,69 euro.

Ma in questa seduta la maglia nera va alle azioni tecnologiche, crollate pesantemente sin dalla prima mattina. Oltre al titolo Finmatica fermatosi a -14,87%, nel Nuovo Mercato è pauroso il crollo delle Cdb Web che scivolano pesantemente del 18,59%. Per il titolo di Carlo De Benedetti, quindi, un’altra giornata di forti ribassi. Ma in rosso profondo troviamo anche: Freedomland (-12,47%), Gandalf a -8,89%, Tiscali a -7,93%, Opengate a -7,22%, Poligr.S.Faustino a -7,77%, E.Biscom a -5,86%, I.Net a -5,16%, Tecnodiffusione a -4,72% e Prima Industria -3,92%.

Contrastati gli editoriali: al rialzo di Mediaset (+3,47%) e Poligrafici Editoriali (+3,53%) si contrappongono le perdite dell’Espresso a -5,7%, delle Class Editori a -4,06%, delle Hdp a -2,93% e delle Mondadori a -1,65%.

In calo le municipalizzate: Aem -4,5% e Acea a -4,08%.

Salgono sino a 5,9 euro le azioni della A.S. Roma che chiude a +3,89%.

Nel Mib 30 sono salite le Ras a +1,01%, lze Pirelli a +0,97% e le Generali dello 0,76%.