PIAZZA AFFARI CHIUDE IN ROSSO, MIBTEL A -0,43%

24 Agosto 2000, di Redazione Wall Street Italia

Milano si ferma con gli indici in negativo scontando l’incertezza in apertura dei mercati americani e il peso del calo dell’Eni, che ha chiuso in ribasso del 4,59% a 6,52 euro. Il Mibtel si ferma a -0,43% (32.258 punti), il Mib 30 a -0,64% e il Midex a -0,34%. Solo il Nuovo Mercato ha chiuso con un modesto rialzo dello 0,09%.

I telefonici hanno ridotto i guadagni sul finale con Telecom a +1,26% e Tim a +0,71% e Tecnost a +0,14%. In ribasso Olivetti che lascia sul campo lo 0,71%.

Nella scuderia Colaninno brilla il rialzo di Seat Pagine Gialle (+5,36% a 3,42 euro), in seguito alla decisione del Corte d’Appello di Torino che ha respinto il ricorso della Procura contro la fusione tra Seat e Tin.it.

Prese di beneficio sui bancari che hanno corso durante la settimana: Banca di Roma -2,44%, Rolo 1473 a -2,33%, Unicredito -2,06% e Bipop Carire a -1,64%.

Continua a correre il settore energetico con Edison a +1,67% e Aem a +4,65%.

Tra i tecnologici rimbalzano Biosearch del 7,47%, Tas del 5,87%, Inferentia del 4,08% e Acotel del 3,63%.

Infine il settore immobiliare non arresta la sua crescita e Fincasa dopo varie sospensioni chiude con un guadagno vicino al 20%. Ottime anche Ipi e Aedes.