PIAZZA AFFARI CHIUDE IN RIALZO SEDUTA VOLATILE

13 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari ha chiuso la seduta in rialzo grazie a un buon sprint finale. Anche oggi il mercato è stato preda della volatilità con gli indici pronti a reagire a tutte le notizie che arrivano dagli USA. (Vedi SPECIALE ATTACCO AGLI STATI UNITI)

A metà giornata gli indici dopo un tentativo di guadagno sono bruscamanete passati in rosso dietro una notizia flash lanciata dall’agenzia di stampa Reuters a proposito di un attacco americano e britannico contro il sud dell’Iraq. (SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


PIAZZA AFFARI: VOCI DI GUERRA PESANO SU LISTINO)

L’informazione, che nel frattempo è stata smentita da Londra, è stata data dalla stampa irachena e per una manciata di minuti ha avuto la meglio sul mercato.

Il listino ha immediatamente invertito rotta e, sebbene con perdite non superiori al mezzo punto percentuale, ha colorato di rosso i suoi indici.

Contemporaneamente si sono avute altre voci, non confermate, su bombardamenti in Afghanistan.

Una volta assorbito il colpo il mercato italiano ha rialzato la testa ma a metà pomeriggio è stato l’indice sulla fiducia dei consumatori americani, compilato dall’Università del Michigan, ha determinare nuovi ribassi. Il dato segna, infatti, per settembre quota 83,6 in calo dal precedente 91,5 contro le attese degli analisti che prevedevano un’indice stabile sulle quote di agosto. (SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


USA: FIDUCIA CONSUMATORI SCENDE A 83,6 A SETTEMBRE
PIAZZA AFFARI VIRA IN ROSSO DOPO INDICE FIDUCIA)

Non ha avuto impatto invece la decisione della BCE di lasciare invariati i tassi di riferimento della zona euro. (Vedi TASSI UE: LA BCE LASCIA I TASSI INVARIATI
TASSI UE: LA BCE NON LI TAGLIERA’)

Nessuna influenza dal mercato americano che per ora è ancora chiuso, fatto salvo il mercato dei bonds, e che probabilmente riaprira il prossimo lunedì (Vedi WALL STREET: NON RIAPRIRA’ PRIMA DI LUNEDI’
WALL STREET: OGGI RIAPRE IL MERCATO DEI BONDS)

“E’ stata un’altra seduta drogata dalla chiusura forzata di Wall Street – commenta a Wall Street Italia il responsabile della sala operativa di una Sim estera che chiede l’anonimato per politica aziendale – Si può dire che siamo sotto l’effetto doping perché nessuno sa che cosa succederà alla ripartenza dei mercati USA”.

“Di fatto si cerca di limitare i danni – aggiunge il responsabile – perché è sicuro che ci sarà una stretta nei consumi finali che saranno pagati da molte aziende. Allo stesso modo dimuirà la propensione al rischio e questo peserà sulle aziende finanziarie e, ad esempio, sul risparmio gestito”.

“Anche per questo – conclude l’operatore – si stanno creando portafogli difensivi che premiano le utilities, in un certo senso le telecom, ma anche titoli come Autostrade“.

Tra i telefonici hanno chiuso in negativo Telecom Italia (Vedi UTILI: TELECOM ITALIA, PERDITA 50,7% 1° SEM) e Olivetti mentre Pirelli e gli altri titoli della filiera di Marco Tronchetti Provera sono rimasti sopra le quote della vigilia. (Vedi UTILI:BIPOP CARIRE, -70% 1° SEM A €56 MILIONI
PIAZZA AFFARI: TLC MISTI, SEAT E PIRELLI IN DENARO)

Male il risparmio gestito, con Mediolanum che è stata sospesa per eccesso di ribasso a metà giornata, per poi chiudere in forte ribasso (Vedi PIAZZA AFFARI: MEDIOLANUM SOSPESA AL RIBASSO
UTILI:BIPOP CARIRE, -70% 1° SEM A €56 MILIONI)

Tra gli editoriali ha corso Hdp, ma tutto il comparto è andato abbastanza bene ad esclusione de L’Espresso (Vedi PIAZZA AFFARI: ESPRESSO SUI MINIMI A €2,85)

STMicroelectronics ha chiuso in calo, in controtendenza rispetto a Finmeccanica che nel primo semestre ha realizzato un utile netto di gruppo in crescita del 4% sullo stesso periodo 2002 a 167 miliardi di lire (Vedi CHIP: STM, AREVA METTE LE MANI SUL 10,8%).

Crescono invece gli assicurativi e la stessa Ras che oggi ha presentato i risultati del primo semestre.
(Vedi UTILI: RAS, +14% PRIMO SEMESTRE A €266
PIAZZA AFFARI: BENE ASSICURATIVI DOPO S&P). Ha fatto molto bene anche Generali che ha chiuso il primo semestre con un utile netto consolidato a 1.401,8 miliardi
contro 1.836,4 del semestre 2000. I premi sono cresciuti del 5,2% a 45.058,3 miliardi. Il gruppo triestino ha inoltre comunicato di aver varato lo spinn-off del patrimonio immobiliare italiano.

In positivo gli energetici, con ENI ma anche Enel, dopo le operazioni in Spagna e la presentazione di conti record per il primo semestre del 2001. (Vedi UTILI: ENEL SORPRENDE CON CONTI RECORD
ENERGIA: ENEL SBARCA IN SPAGNA E PRENDE VIESGO).

Sul Nuovo Mercato, dove le aziende quotate si dividono tra segno positivo e segno negativo, è andato giù Tiscali che ha chiuso vicino ai minimi toccati verso la fine della seduta (Vedi NUOVO MERCATO: TISCALI IN CALO A €5,65).