PIAZZA AFFARI CHIUDE IN RIALZO, MIBTEL +0,53%

7 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Milano si ferma in territorio positivo (Mibtel +0,53%, Mib30 +0,57%) grazie agli acquisti su bancari, assicurativi ed energetici. In rosso la scuderia di Roberto Coalninno, cosi’ come i media e i tecnologici (Nuovo Mercato -0,56%).

Tra le Blue Chips il migliore e’ stato Ras (+4,31%) sulla scia dell’OPA (offerta pubblica d’acquisto) totalitaria lanciata ieri sull’Allianz Subalpina. In nero anche Generali che guadagna l’1,5%.

Ottimi anche i bancari con San paolo-Imi a +2,95%, Intesa a +2,56%, Mediobanca a +2,31% e Banca di Roma a +1,95%.

Il lievitare del prezzo del petrolio porta con se anche il rialzo del comparto energetico dove brilla Enel oggi a +3,7%. Positive anche Edison a +1,15%, Italgas a +1,22%, mentre Eni lima i guadagni sul finale e chiude a +0,09%.

Contrastati i telefonici con Telecom a -0,43%, Tim a -0,55%, mentre Olivetti sul finale recupera fermandosi a +0,25% e Tecnost a +0,23%. In rosso Seat (-0,16%).

Nuova battuta d’arresto per il settore editoriale che aveva dopo le buone performances delle ultime settimane: Mediaset -2,22%, Class -1,06% e Mondadori -0,39%.

Il Nuovo Mercato non ha seguito il rialzo del Nasdaq, ma alcuni titoli hanno comunque fatto segnare importanti guadagni: Prima Industrie +5,14%, Euphon +4,06% e Biosearch +2,58%. In giu’ Inferentia -3,3%, Cto -3,24%, Cdc -3,14% e Dada -2,75%.