PIAZZA AFFARI CHIUDE IN CALO DELL’1,19%

8 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Finale di settimana all’insegna dell’orso per il mercato milanese che si ferma con gli indici in rosso di un oltre punto percentuale (Mibtel -1,19%, Mib30 -1,42%, Fib30 -1,32%).

Regge il Nuovo Mercato (-0,06% sul finale), mentre tra le Blue Chip prevalgono i realizzi su tlc, finanziari ed energetici.

Unici titoli positivi nell’indice dei trenta migliori, sono state Ras a +2,02% a 14,73 euro, Fiat a +0,4% e Generali a +0,03%.

Realizzi su bancari e assicurativi: Alleanza -2,78%, Mediolanum -1,8%, Mps -1,78% e Unicredito -1,62%.

Ribassi anche per la scuderia Colaninno con Olivetti a -1,83%, Tecnost a -1,83%, Tim a -1,47% e Telecom a -1,43%. Calo frazionale anche per Seat.

I titoli tecnologici, in un primo momento, sono stati trascinati al rialzo dal forte rimbalzo di Tiscali che in mattinata ha sfiorato il 10% di rialzo per poi chiudere in crescita del 2,46%. A muovere il titolo dell’Internet Provider e’ stata la fusione con l’olandese World Online, annunciata ieri.

Il calo del Nasdaq ha poi influenzato il comparto, che nel pomeriggio ha visto calare i guadagni e affiorare alcune prese di beneficio: Acotel +2,37%, Cdc +3,15%, Aisoftware -4,78%, Biosearch -3,25% e Opengate -3,24%.