PIAZZA AFFARI: BUON PASSO PER I TELEFONICI

2 Aprile 2001, di Redazione Wall Street Italia

I titoli telefonici oggi sono in forte rialzo a Piazza Affari dopo l’annuncio di revisione del piano di conversione di Telecom Italia risparmio in ordinarie. Telecom Italia cresce dello 0,66% a €11,47; il titolo risparmio dello 0,48% a €6,12, mentre Olivetti sale più di tutti, il 2,03% a €2,21.

Il mercato insomma premia la decisione di Roberto Colaninno, numero uno del gruppo, di assegnare un concambio piu’ favorevole ai titoli di risparmio.

Gli investitori, spiega un trader di una banca italiana, vede anche con favore la prospettiva per Olivetti, holding del gruppo, di ridurre il proprio livello di indebitamento. Olivetti ridurrebbe l’indebitamento grazie alla operazione di buy-back sui titoli ordinari che lancerebbe Telecom Italia utilizzando l’importo pari all’incasso della conversione.

Se l’adesione alla conversione fosse totale, e al prezzo minimo stabilito per il conguaglio a €5,25, dopo l’operazione Olivetti incasserebbe €4,3 miliardi.

Secondo Donatella Principe, analista di Banca Popolare di Vicenza, l’operazione è sicuramente market friendly, ma getta qualche ombra sull’indebitamento della holding “anche se, a ben guardare, non c’erano grosse alternative”.

Il rischio infatti, secondo l’analista, era: scegliere la strada migliore dal punto di vista dell’indebitamento, ma rimanere con un pugno di mosche in mano perché l’operazione aveva contro il 16% degli azionisti e avrebbe dovuto raggiungere almeno l’80% di loro.
(Vedi Telecom: Colaninno riduce conguaglio)