Piazza Affari: analisi tecnica, i titoli da comprare e da vendere

7 Dicembre 2015, di Laura Naka Antonelli

MILANO (WSI) – Il Ftse Mib disegna una white spinning top che interrompe la serie di 3 sedute negative consecutive. Ci lasciamo alle spalle una settimana ribassista (-2.45%) condizionata dal sell off di giovedì a seguito della la riunione delle Bce in cui il mercato si aspettava manovre ancora più decise. In realtà le vendite scattate sembrano il classico “buy on rumor and sell on news” destinato a riassorbirsi nei prossimi giorni.

Possibile quindi una partenza a “spron battuto” in una settimana in cui le prime sue sedute potrebbero vedere volumi in contrazione (sarà chiuso After hour) a causa della festività dell’8 Dicembre.

Operativamente proveremo a rientrare sul mercato puntando su un titolo bancario che disegna un interessante pattern grafico.

Fra i titoli interessanti per la prossima seduta, segnaliamo:

  • UBI BANCA disegna un interessante doppio minimo, riconoscendo il supporto psicologico rappresentato dai 6€. Possibile intervenire sulla conferma del segnale che si avrà con il superamento di 6.13€ .
  • Yoox prosegue il rally (+19% nelle ultime sedute), toccando un nuovo massimo assoluto. L’ipercomprato presente sul titolo ci induce ad attendere un rapido pull back, al fine di individuare un punto di ingresso a più basso rischio.
  • A2A mostra grande forza relative disegnando un Engulfing Bullish che riporta i prezzi a contatto con i massimi annuali posti in area 1.35€. Il superamento di questo livello, potrebbe calamitare nuovi acquirenti.
  • TELECOM disegna una white marubozu che riconosce il supporto in area 1.15€. L’interruzione della serie di 4 massimi decrescenti (con il superamento di 1.17€) potrebbe innescare un ritorno verso area 1.25€.
  • IREN prosegue nel solido trend rialzista che ha portato i prezzi ad apprezzarsi dell’80% nell’ultimo anno! I prezzi si riportano a contatto con la resistenza in area 1.52€: una chiusura superiore a questo livello, fornirà un significativo segnale di continuazione rialzista.

Fonte: SOS Trader  di Pietro Di Lorenzo