PIAZZA AFFARI: ANALISI TECNICA DELLA SETTIMANA

18 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Ecco i titoli caldi a Piazza Affari di questa settimana secondo l’analisi tecnica di Financial Trend Analysis:

ALLEANZA

La valutazione della forza della tendenza per le ultime 5/6 settimane, espressa in funzione di una scala tra -100 e +100, ha fatto registrare un valore di 73.1.

Valutare positivamente l’ingresso sui livelli di prezzo attuali. I segnali tecnici accumulati prospettano nel medio periodo un proseguimento del rialzo con target a 18.585.

Un segnale negativo in relazione al quadro presentato verrebbe dalla rottura, confermata in chiusura di giornata, di 13.129.

Per quello che riguarda il timing di MEDIO non si configurano al momento ulteriori opportunità operative:

Rimanere in attesa di nuovi segnali.

L’indice di forza relativa (RSI) calcolato in relazione alle chiusure delle ultime 8 settimane evidenzia una lettura al di sopra di 75, moderatamente IPERCOMPRATO.

Inoltre la forte inclinazione positiva del trend potrebbe favorire la comparsa di correzioni, che tuttavia necessitano di conferme per tramutarsi in segnali di vendita.

Il trend evidenziato dall’Indice di Forza Relativa (RSI) di medio termine (3/5 settimane) è rialzista da un numero di settimane pari a 2.

L’analisi dei volumi scambiati nella settimana passata indica che NON si registra un’attività intorno al titolo più intensa di quella media dell’ultimo mese.

B P VERONA

La valutazione della forza della tendenza per le ultime 5/6 settimane, espressa in funzione di una scala tra -100 e +100, ha fatto registrare un valore di 89.

Valutare positivamente l’ingresso sui livelli di prezzo attuali. I segnali tecnici accumulati prospettano nel medio periodo un proseguimento del rialzo con target a 15.608.

Un segnale negativo in relazione al quadro presentato verrebbe dalla rottura, confermata in chiusura di giornata, di 12.589.

Per quello che riguarda il timing di MEDIO possiamo identificare delle opportunità di acquisto che andrebbero seguite per avviare operazioni al rialzo anche a partire dai livelli attuali. Stop a 13.331.

L’indice di forza relativa (RSI) calcolato in relazione alle chiusure delle ultime 8 settimane evidenzia una lettura al di sopra di 75, moderatamente IPERCOMPRATO.

Inoltre la forte inclinazione positiva del trend potrebbe favorire la comparsa di correzioni, che tuttavia necessitano di conferme per tramutarsi in segnali di vendita.

Il trend evidenziato dall’Indice di Forza Relativa (RSI) di medio termine (3/5 settimane) è rialzista da un numero di settimane pari a 13.

L’analisi dei volumi scambiati nella settimana passata indica che NON si registra un’attività intorno al titolo più intensa di quella media dell’ultimo mese.

BREMBO

La valutazione della forza della tendenza per le ultime 5/6 settimane, espressa in funzione di una scala tra -100 e +100, ha fatto registrare un valore di 3.

Riscontriamo una fase di sostanziale equilibrio.
Rimaniamo in attesa di segnali direzionali che permettano l’individuazione di un target a medio termine (prossime 3(4 settimane).

Un primo segnale di ripresa del trend al rialzo verrebbe invece dal superamento di 11.151.

Per quello che riguarda il timing di MEDIO non si configurano al momento ulteriori opportunità operative: Rimanere in attesa di nuovi segnali.

L’indicatore di forza relativa (RSI) a 8 settimane evidenzia una lettura in zona neutrale tra 25 e 75.

Il trend evidenziato dall’Indice di Forza Relativa (RSI) di medio termine (3/5 settimane) è rialzista da un numero di settimane pari a 1.

L’analisi dei volumi scambiati nella settimana passata indica che possiamo attenderci la realizzazione di un movimento significativo nelle prossime 3/5 sedute. ATTENZIONE.

COIN

La valutazione della forza della tendenza per le ultime 5/6 settimane, espressa in funzione di una scala tra -100 e +100, ha fatto registrare un valore di 83.

Valutare positivamente l’ingresso sui livelli di prezzo attuali. I segnali tecnici accumulati prospettano nel medio periodo un proseguimento del rialzo con target a 26.277.

Un segnale negativo in relazione al quadro presentato verrebbe dalla rottura, confermata in chiusura di giornata, di 11.609.

Per quello che riguarda il timing di MEDIO possiamo identificare delle opportunità di acquisto che andrebbero seguite per avviare operazioni al rialzo anche a partire dai livelli attuali. Stop a 16.112.

L’indice di forza relativa (RSI) calcolato in relazione alle chiusure delle ultime 8 settimane evidenzia una lettura al di sopra di 75, moderatamente IPERCOMPRATO.

Inoltre la forte inclinazione positiva del trend potrebbe favorire la comparsa di correzioni, che tuttavia necessitano di conferme per tramutarsi in segnali di vendita.

Il trend evidenziato dall’Indice di Forza Relativa (RSI) di medio termine (3/5 settimane) è rialzista da un numero di settimane pari a 6.

L’analisi dei volumi scambiati nella settimana passata indica che NON si registra un’attività intorno al titolo più intensa di quella media dell’ultimo mese.

FIAT

La valutazione della forza della tendenza per le ultime 5/6 settimane, espressa in funzione di una scala tra -100 e +100, ha fatto registrare un valore di -8.

Riscontriamo una fase di sostanziale equilibrio

Rimaniamo in attesa di segnali direzionali che permettano l’individuazione di un target a medio termine (prossime 3(4 settimane).

Un primo segnale di ripresa del trend al rialzo verrebbe invece dal superamento di 28.405.

Per quello che riguarda il timing di MEDIO non si configurano al momento ulteriori opportunità operative: Rimanere in attesa di nuovi segnali.

L’indicatore di forza relativa (RSI) a 8 settimane evidenzia una lettura in zona neutrale tra 25 e 75.

Il trend evidenziato dall’Indice di Forza Relativa (RSI) di medio termine (3/5 settimane) è rialzista da un numero di settimane pari a 4.

L’analisi dei volumi scambiati nella settimana passata indica che possiamo attenderci la realizzazione di un movimento significativo nelle prossime 3/5 sedute. ATTENZIONE.

I METANOPOLI

La valutazione della forza della tendenza per le ultime 5/6 settimane, espressa in funzione di una scala tra -100 e +100, ha fatto registrare un valore di 66.

Valutare positivamente l’ingresso sui livelli di prezzo attuali. I segnali tecnici accumulati prospettano nel medio periodo un proseguimento del rialzo con target a 3.277.

Un segnale negativo in relazione al quadro presentato verrebbe dalla rottura, confermata in chiusura di giornata, di 2.517.

Per quello che riguarda il timing di MEDIO non si configurano al momento ulteriori opportunità operative: Rimanere in attesa di nuovi segnali.

L’indice di forza relativa (RSI) a 8 settimane evidenzia una lettura al di sopra di 75, moderatamente IPERCOMPRATO. Tuttavia la modesta inclinazione del trend mostra un gradiente di crescita che potrebbe essere sostenibile ancora per qualche tempo, rallentando così la realizzazione di correzioni.

Il trend evidenziato dall’Indice di Forza Relativa (RSI) di medio termine (3/5 settimane) è rialzista da un numero di settimane pari a 4.

L’analisi dei volumi scambiati nella settimana passata indica che possiamo attenderci la realizzazione di un movimento significativo nelle prossime 3/5 sedute. ATTENZIONE.

IFIL

La valutazione della forza della tendenza per le ultime 5/6 settimane, espressa in funzione di una scala tra -100 e +100, ha fatto registrare un valore di 25.

I segnali tecnici evidenziano una fase di mercato moderatamente direzionata, suscettibile di evoluzioni nel medio termine in entrambi i sensi. L’indirizzo più probabile del trend è tuttavia al rialzo, con primo target a 9.779.

Un segnale negativo in relazione al quadro presentato verrebbe dalla rottura, confermata in chiusura di giornata, di 8.741.

Per quello che riguarda il timing di MEDIO possiamo identificare delle opportunità di acquisto che andrebbero seguite per avviare operazioni al rialzo anche a partire dai livelli attuali. Stop a 9.063.

L’indicatore di forza relativa (RSI) a 8 settimane evidenzia una lettura in zona neutrale tra 25 e 75.

Il trend evidenziato dall’Indice di Forza Relativa (RSI) di medio termine (3/5 settimane) è rialzista da un numero di settimane pari a 1.

L’analisi dei volumi scambiati nella settimana passata indica che NON si registra un’attività intorno al titolo più intensa di quella media dell’ultimo mese.