PIAZZA AFFARI: AFFONDANO TLC E BANCHE

19 Giugno 2002, di Redazione Wall Street Italia

Piazza Affari a metà seduta offre uno scenario molto cupo, con gli indici ulteriormente peggiorati rispetto all’apertura e predisposti a ulteriori discese, su suggerimento dei future americani.

Anche le borse europee segnano pesanti ribassi, appesantite dalla caduta dei tmt, cioè i titoli tecnologici, media e telefonici.

Sul Mib30 sono in rosso quasi tutti i titoli. Negli ultimi minuti sono riusciti a recuperare solo Eni, la controllata Italgas, e Autostrade.

Stm è tra quelli che perdono maggiormente tra le Blue Chip, sebbene nell’ultima parte della mattinata abbia recuperato qualcosa.
Il titolo è affossato dai profit warning giunti ieri dagli Stati Uniti.

L’intonazione è tanto negativa che il mercato non vuole tenere conto nemmeno delle buone notizie giunte questa mattina sempre dagli Usa, dove l’indice book-to-bill ha evidenziato un miglioramento degli ordinativi nel settore dei semiconduttori.

Tra gli industriali perdono punti Finmeccanica, Pirelli e Fiat, reduce da un incontro negativo, martedì, con i sindacati.

Giornata nera per il settore finanziario e bancario in particolare, con Bipop Carire che sta lasciando sul terreno quasi sei punti percentuali.

La situazione è comunque grave per tutti i settori. Non si salva il lusso, come dimostrano i quattro punti e mezzo percentuali di perdita per Bulgari.

Va male anche Seat Pagine Gialle, che lascia oltre quattro punti percentuali e contribuisce all’affossamento dei titoli di casa Tronchetti Provera.

In forte calo sono infatti i telefonici, e tra questi la stessa Tim a dispetto delle affermazioni dell’amministratore delegato Marco De Benedetti.

De Benedetti ha infatto detto che “il primo trimestre è stato in linea con gli obiettivi; il secondo ci
vede tranquilli”.

De Benedetti ha aggiunto, parlando di eventuali acquisizioni, che Tim “ha una struttura finanziaria che permette di valutare eventuali nuove acquisizioni, ma al
momento non ne ha in programma nessuna”.

Sul Midex è debole Alitalia nonostante il via libera della Ue alla ricapitalizzazione.

Sul Nuovo Mercato Tiscali è tornata al di sotto dei €7, mentre Amplifon è stata sospesa in attesa di un comunicato.

Tra gli altri titoli, rovinosa caduta di Basicnet all’indomani dell’esclusione dell’Italia dai mondiali di calcio.

Per le quotazioni e i grafici IN TEMPO REALE di tutti i titoli azionari quotati a Piazza Affari, forniti da Borsa Italiana e relativi agli indici Mibtel, Mib30, Nuovo Mercato, Midex, Mibtes, Star, e inoltre per le convertibili, i derivati su titoli, indici (covered warrant) e per l’after hours clicca su Piazza Affari