Più amici su Facebook? Più materia grigia nel cervello

19 Ottobre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Le persone che hanno più amici su Facebook hanno più materia grigia nel cervello. A dirlo è una ricerca condotta da un team di scienziati inglesi, il cui esito è stato riportato da Bloomberg. Secondo la ricerca guidata da Geraint Rees, professore alla University College London, esiste una stretta correlazione tra il tessuto cerebrale responsabile all’elaborazione degli stimoli, chiamato materia grigia e il numero dei contatti nei social network.

Il risultato è emerso dalla risonanza magnetica effettuata sul cervello di 125 studenti. A sostegno della ricerca inglese l’università americana Boston Northeaster, ha scoperto che il numero e la complessità dei rapporti sociali negli adulti influenza in maniera significativa la dimensione dell’amigdala, deputata ad elaborare i ricordi e le risposte emozionali.

Il professor Rees ha concluso con queste parole:”Non sappiamo ancora se il fenomeno possa essere considerato positivo o negativo; quello che però sappiamo con certezza è che la quantità di materia grigia può essere modificate da tanti fattori“. Ci sarà dunque bisogno di studi più approfonditi per spiegare con esattezza se esiste veramente una relazione fra materia grigia e contatti Facebook o se si tratta semplicemente dell’abilità innata di fare amicizia.

In ogni caso se ulteriori studi dovessero confermare la tesi di Rees, si consiglia di andarci piano con le richieste di amicizia visto che una maggiore quantità di materia grigia potrà anche implicare maggiori abilità in determinati compiti, ma una quantità eccessiva di questa potrebbe comportare negli individui difficoltà nel mantenere la concentrazione.