Petrolio: via divieto su esportazioni che durava da 40 anni

11 Dicembre 2015, di Daniele Chicca

NEW YORK (WSI) – In Usa pare sia giunto finalmente il momento di togliere un divieto alle esportazioni di petrolio che dura da 40 anni. Lo sperano alcuni senatori che da mesi stanno cercando di convincere le autorità degli Stati Uniti a mettersi al passo con l’economia energetica contemporanea in continua evoluzione.

Dopo seminari sul settore e di geopolitica, simposi sull’era dei controlli dei prezzi sotto Nixon e elenco dei vantaggi in termini di leva negoziale degli Stati Uniti con i suoi partner commerciali, i senatori Lisa Murkowski, Repubblicana dell’Alaska, e Heidi Heitkamp, Democratica del North Dakota, sembrano essere riusciti a convincere anche i senatori più progressisti, che temono per l’impatto che la decisione potrebbe avere sull’ambiente e sui consumatori. I prezzi potrebbero infatti salire e le trivellazioni aumentare.

Ma alla fine sembra che gli sforzi in chiave lobbysta siano andati a buon fine. Il Senato si appresta a togliere il divieto con un maxi accordo su spese e tasse. I leader del Congresso e l’amministrazione Obama sono evidentemente giunti alla conclusione che per ridurre la dipendenza dell’America dal greggio importato e in particolare da paesi produttori come Iran e Russia.