PETROLIO: PRESSIONI SELL A NEW YORK, SCIVOLA A $140

7 Luglio 2008, di Redazione Wall Street Italia

Il petrolio perde quota a New York e scivola di quasi 5 dollari, fino a toccare i 140 dollari al barile. Ora viene scambiato a 141,42 dollari.

Dietro il calo, oltre al rialzo del dollaro, ci sono anche la previsione che l’uragano Bertha non colpisca le attività energetiche nel Golfo del Messico e le prese di profitto dopo che la scorsa settimana il greggio era schizzato a 145 dollari al barile.

A spingere in basso l’oro nero, secondo gli analisti, è anche un certo ottimismo sull’evoluzione dei negoziati tra Iran e Occidente sul programma nucleare di Teheran.