Petrolio in forte rialzo dopo la riapertura dei confini in Cina

9 Gennaio 2023, di Gianmarco Carriol

Il petrolio è in rialzo nella sessione di oggi, con il prezzo salito oltre il 3% dopo che la mossa della Cina di riaprire i suoi confini ha rafforzato le prospettive per la domanda di carburante e oscurato i timori di recessione globale.

Il rally è stato generato da una più ampia spinta alla propensione al rischio, sostenuta sia dalla riapertura del più grande importatore mondiale di greggio, sia dalle speranze di aumenti meno aggressivi dei tassi di interesse statunitensi, con una salita delle azioni e l’indebolimento del dollaro.

Al momento della stesura il greggio Brent è salito del 1,36%, a $ 79,64 al barile, mentre il greggio US West Texas Intermediate è salito del 1,63%, a $ 74,97.

“Se la recessione sarà evitata, la domanda globale di petrolio e la crescita della domanda rimarranno resilienti”, ha affermato Tamas Varga del broker petrolifero PVM, aggiungendo che gli sviluppi in Cina sono stati la ragione principale dei guadagni di lunedì.

“La graduale riapertura dell’economia cinese fornirà un ulteriore e incommensurabile livello di sostegno dei prezzi”.

Il rally ha seguito un calo della scorsa settimana di oltre l’8% per entrambi i benchmark petroliferi, segnando i loro maggiori cali settimanali di inizio anno dal 2016.

Nell’ambito di una “nuova fase” nella lotta al Covid-19, la Cina ha aperto i suoi confini durante il fine settimana per la prima volta in tre anni. A livello nazionale, sono previsti circa 2 miliardi di viaggi durante la stagione del capodanno lunare, quasi il doppio rispetto allo scorso anno e quasi il 70% dei livelli del 2019, afferma Pechino.

Nonostante il rimbalzo del petrolio, c’è ancora la preoccupazione che il massiccio flusso di viaggiatori cinesi possa causare un’altra ondata di infezioni da coronavirus, mentre persistono anche preoccupazioni economiche più ampie.

Tali preoccupazioni si riflettono nella struttura del mercato petrolifero. Sia il Brent a breve termine che i contratti del greggio USA sono scambiati a sconto per il mese successivo, una struttura nota come contango, che in genere indica un sentiment ribassista.