PERDITA INFERIORE ALLE ATTESE PER AMAZON

24 Luglio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Il retailer Internet Amazon.com (AMZN – Nasdaq)
martedi’ dopo la chiusura dei mercati ha annunciato per il secondo trimestre una perdita minore del previsto e ha alzato le previsioni sul tasso di crescita delle vendite per l’anno, citando una forte attivita’ all’estero e la crescita delle operazioni online sui beni di seconda mano.

La piu’ grande libreria al mondo online ha inoltre annunciato di aspettarsi un profitto pro forma per il 2002 e che che entro l’inizio del 2003 tutti quelli che hanno le stock options le possono riscattare, una mossa che segue quella del colosso delle bevande analcoliche
Coca-Cola (KO – Nyse) della scorsa settimana.

Il gruppo non ha annunciato previsioni precise per il 2003 e l’impatto che avra’ la mossa sulle opzioni.

Venendo agli utili del secondo trimestre, il gruppo ha dunque registrato una perdita netta di $94 milioni, o 25 centesimi per azione, in miglioramento dalla perdita di $168 milioni, o 47 centesimi per azione, dello stesso periodo di un anno fa.

Esclusi gli oneri straordinari, il gruppo ha avuto una perdita pro forma di $4 milioni, o 1 centesimo per azione. Questo risultato si e’ rivelato migliore delle stime degli analisti di Wall Street che aspettavano una perdita di 6 centesimi per azione. (Consensus Thomson Financial/First Call). a share on sales of million.

Il fatturato e’ salito del 21% a $806 miliardi, superando le stime di $789 milioni.

“Sono soprattutto soddisfatto del notevole lavoro che il team che si occupa dei libri americani sta facendo – abbiamo ottenuto una crescita delle divisione del 20% su base annuale per il trimestre e in rialzo del 15% dal quarto trimestre” ha dichiarato Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon.com in un comunicato stampa.

A luglio 2001, il gruppo ha tagliato i prezzi dei libri e a gennazio ha instaurato la consegna grating per alcuni ordini sopra i $99. Ad aprile ha poi esteso gli sconti e a giugno ha esteso la consegna gratuita per altri tipi di ordini di libri. In aggiunta, recentemente il gruppo ha abbassato i prezzi per gli articoli elettronici, CD e DVD.

Guardando avanti, per il terzo trimestre Amazon prevede di registrare vendite di
$780-$830 milioni. Attualmente gli analisti stimano un fatturato di $785 milioni.

Il gruppo ha inoltre dichiarato che prevede di mettere a segno un utile pro forma operativo tra gli $8 e i $17 milioni.

Per l’intero anno, la societa’ prevede di ottenere un utile pro forma.
Gli analisti avevano invece ipotizzato una perdita di 2 centesimi su base pro forma.

Amazon.com ha poi annunciato di prevedere una crescita delle vendite del 18%, in aumento rispetto alla crescita del 15% stimata nell’ultima trimestrale. Gli analisti attualmente stimano una crescita delle vendite pari al 18%.

Le azioni di Amazon.com sono scese del 5% sotto i $13 nelle contrattazioni after hours. E’ cio’, dopo che negli scambi regolari il titolo e’ sceso del 6% a $14,55.

Ricordiamo che il titolo di Amazon e’ quello che quest’anno e’ cresciuto di piu’ tra quelli del Nasdaq 100.

Verificare le quotazioni dei titoli in movimento nel preborsa aggiornate in tempo reale cliccando BOOK USA