Pensione: quanto risparmiare per andare in pensione entro i 67 anni

15 Dicembre 2020, di Mariangela Tessa

Per chi avesse ancora dubbi, l’ultimo censimento diffuso oggi dall’Istat ha dato la conferma definitiva: l’Italia è un paese sempre più vecchio. L’età media è salita di due anni rispetto al 2011, da 43 a 45 anni.  Tutto questo mentre il numero di anziani per bambino passa da meno di uno nel 1951 a 5 nel 2019 (era 3,8 nel 2011).

Di fronte all’aumento dell’aspettative di vita, e alla luce e delle difficoltà in cui versa la previdenza pubblica, meglio prepararsi in anticipo al momento in cui si andrà in pensione.

Pensione, quanto risparmiare per conservare il proprio stile di vita?

Secondo un’analisi di Fidelity Investments, quarto più grande gestore di fondi comuni e di fondi pensione del mondo, per andare in pensione entro i 67 anni si dovrebbe aver risparmiato 10 volte il proprio reddito annuo. Prima si comincia ad a investire, più tempo avrà l’effetto capitalizzazione per dare i suoi frutti.

Mettiamo che si guadagni 58.000 € l’anno fino al pensionamento, si dovrà mettere da parte abbastanza per poter vivere con una cifra tra i 40.000 € e i 52.000 € l’anno fino alla fine della tua vita.

Se si dice addio al lavoro a 67 anni e si vive fino all’età di 85, ci sono 18 anni per cui vale la pena risparmiare per poter vivere comodamente. Secondo quest’esempio, bisognerebbe aver messo da parte tra i 720.000 € e i 936.000 € fino al momento della pensione.

La strategia del 15%

La strategia proposta da Fidelity presuppone inoltre che si investa più del 50% in media dei propri risparmi in azioni nel corso della vita. Sulla base di queste ipotesi, la società stima la necessità di avere risparmi pari 10 volte all’ultimo reddito annuo se si va in pensione a 67 anni. Questo insieme ad altri elementi, dovrebbe garantire  un reddito sufficiente per mantenere inalterato il tenore di vita 

L’ obiettivo di “10 volte” può sembrare ambizioso. Ci sono tuttavia diversi trucchi e suggerimenti per spianare la strada e vivere il pensionamento in tutta comodità, come “la regola del 15%”, che consiste nel risparmiare il 15% del proprio reddito ogni anno a partire dall’età di 25 anni.

In generale, vale l’idea che prima si inizia a risparmiare prima si raggiunge l’obiettivo. Quindi, prima dei trent’anni, secondo le indicazioni di Fidelity, si dovrebbe avare accumulato risparmi pari ad uno stipendio annuo.

Man mano che si va avanti la regole è  3x entro i 40, 6x entro i 50 e 8x entro i 60, dove x sta per stipendio annuo. L’obiettivo di risparmio personale può essere diverso, ma queste regole pratiche possono fornire un punto di partenza per costruire il tuo piano di risparmio e valutare i tuoi progressi.