Oro e argento, trappole per speculatori

19 Agosto 2011, di Redazione Wall Street Italia

Qualche analista Usa prevede che il livello di $88 l’oncia per l’argento possa essere raggiunto entro fine 2011, basandosi sulla performance media relativa del silver rispetto al gold negli ultimi 31 mesi. L’argento e’ salito +241% mentre l’oro e’ salito +104%.

Assumendo che la performance relativa rimanga simile anche nei prossimi mesi, il metallo bianco potrebbe raggiungere quota $88 se l’oro toccasse quota $2500. E perche’ mai il gold dovrebbe salire tanto? Ovvio, dicono i rialzisti: sulla base delle continue turbolenze sui mercati finanziari, i rischi che corre il sistema bancario globale, la non risoluzione delle crisi dei debiti sovrani nei paesi PIIGS d’Europa, il debito pubblico degli Stati Uniti e infine la possibilita’ di un nuovo sprofondamento in recessione delle economie sia in America che in Europa, come ha avvertito l’altro giorno Morgan Stanley.

Peccato che guardando il grafico – all’interno, solo per gli abbonati a Insider – si noti che anche per l’oro siano possibili (non necessariamente probabili) gli enormi rischi derivanti da strappi fortissimi al rialzo dei prezzi seguiti da crolli repentini e in verticale. Proprio come quello verificatosi sull’argento a fine aprile 2011, quando il rialzo del prezzo si ridimensiono’ in pochi giorni da +300% a +200% lasciando distrutte le speranze (e le finanze) di chi era entrato poco prima per speculare long sul silver.

Per valutare con estrema attenzione i segnali di allarme (livelli tecnici, volume di scambi del “bullion”, andamento dei futures alla CME di Chicago) solo per gli abbonati a Insider ecco tutti i dettagli su quel che sta accadendo sul limitato, illiquido, super-speculato e pericoloso mercato dell’oro, dove tra l’altro la sproporzione tra gold fisico e “oro di carta” (i vari certificati e fondi ETF specializzati) e’ davvero immensa e assai rischiosa. Coloro che in questi giorni sono tentati dalla vulgata web di chi dice “investite in oro”, dovrebbero sapere cosa fanno, essere molto bene informati, prima di andare ciecamente long sull’oro. Per i dettagli…