ORO, A NEW YORK NUOVO RECORD:
$407 L’ONCIA

2 Dicembre 2003, di Redazione Wall Street Italia

L’ oro continua a macinare record ed a New York è salito oggi al nuovo massimo da oltre sette anni a questa parte, a 407 dollari l’ oncia, come conseguenza anche della quotazione toccata oggi dall’ euro contro il biglietto verde, che ha sfiorato 1,21 dollari rendendo più appetibili gli acquisti di oro da parte degli investitori europei. Si tratta del livello più elevato toccato dal prezzo dell’ oro dal lontano febbraio del 1996.

A spingere le quotazioni dell’oro contribuisce la nuova fiammata dell’euro che ha sfiorato quota 1,21 dollari favorendo gli acquisti di oro da parte degli investitori europei. Quest’anno le quotazioni del metallo pregiato hanno totalizzato un rialzo del 16%, proprio sulla scia dell’inarrestabile deprezzamento del biglietto verde. A favore delle quotazioni dell’oro giocano anche le tensioni geopolitiche e le incertezze legate all’allarme terrorismo.

Nella sostanza, vediamo ripetersi lo stesso scenario di un anno fa. A dicembre 2002, infatti, i timori per la guerra in Iraq e il conseguente rafforzamento dell’euro nei confronti del dollaro portarono l’oro su valori massimi degli ultimi cinque anni e mezzo (con una quotazione di 335,62 dollari l’oncia). Un’impennata che fece salire il metallo prezioso ai livelli del giugno 1997 e che seguiva una lunga galoppata durata per tutto il 2002 facendo registrare un rialzo delle quotazioni del 20%.

__________________________________________

Per risolvere i tuoi dubbi finanziari, ti consigliamo di provare uno strumento formidabile che ti potra’ far da guida – oggettiva e distaccata – nei tuoi investimenti: il servizio INSIDER di Wall Street Italia (costa meno di 17 euro al mese!). Se non sei gia’ abbonato, provalo per un mese utilizzando il link INSIDER