Metaverso, quale sarà il suo impatto sui diversi settori dell’economia?

3 Agosto 2022, di Anna Stone (eToro)

Coniato per la prima volta dai romanzi di Neal Stephenson del 1992, The Virtual Samurai e Snow Crash, il Metaverso si riferisce a un mondo virtuale in cui gli utenti possono muoversi come avatar, interagire socialmente ed economicamente con altre persone.

Inizialmente si trattava di “mondi chiusi” in cui gli utenti non potevano spostarsi da uno all’altro e portare con sé i propri beni. I Metaversi del Web3, invece, consentiranno agli utenti di portare con sé i propri avatar e i propri beni digitali mentre viaggiano tra diversi mondi virtuali. Con una maggiore accessibilità, tutto diventa interconnesso, favorendo uno sviluppo massiccio tra queste comunità virtuali, dove le persone possono condividere interessi e passioni.

Sulle piattaforme virtuali, le persone stanno già muovendo l’economia dei beni digitali, e queste realtà sono destinate a crescere fino a 400 miliardi di dollari entro il 2025 (fonte: Greyscale Metaverse Report).

Moda e lusso

La pandemia di Covid-19 ha insegnato a molti marchi del lusso l’importanza delle vendite online all’interno dei loro canali di distribuzione. Secondo gli analisti di Morgan Stanley, questo nuovo mondo digitale potrebbe generare un fatturato di 50 miliardi di dollari per i marchi del lusso entro il 2030. Sono molti i marchi di grandi gruppi del lusso quotati in borsa che si sono avventurati nel metaverso e che hanno ottenuto buoni risultati sui mercati al momento del rebrand di Facebook Meta Platforms del luglio 2021 (LVMH, Kering, EssilorLuxottica, Nike e Adidas solo per citarne alcuni). Le strategie di vendita e di marketing vengono rivoluzionate e con esse le iniziative di protezione del marchio.

Servizi bancari e finanziari nel Metaverso

Il mondo della finanza utilizza già ampiamente i servizi online e ha digitalizzato l’esperienza del cliente attraverso sofisticate piattaforme online e chatbot. Quando l’intelligenza artificiale sarà integrata con il metaverso, si potrà entrare in banca e interagire con un avatar. Indubbiamente l’esperienza diventerà più completa e dinamica, quasi come recarsi di persona nella banca locale.

Assistenza sanitaria

I servizi di telemedicina e di assistenza sanitaria virtuale funzionano già, ma non sono ancora utilizzati in modo efficiente. Il metaverso creerà invece un ambiente molto più simile a quello reale, contribuendo all’introduzione di nuovi metodi per praticare la medicina. Ciò significa meno costi, più velocità e la possibilità di eseguire alcuni esami a distanza.

Servizi aziendali e professionali nel Metaverso

Poiché la partecipazione a conferenze e viaggi di lavoro è spesso considerata dispendiosa in termini di tempo, i professionisti potranno partecipare comodamente da casa e interagire con colleghi e collaboratori. Inoltre, dall’inizio della pandemia di Covid-19, anche il mondo della produzione ha fatto un passo verso il virtuale. L’intelligenza artificiale rende già possibile la progettazione, la manutenzione e il collaudo di impianti a distanza. Nel metaverso, questa tendenza prenderà ancora più piede. Lo stesso si può dire per ingegneri, architetti, consulenti e avvocati, che potranno anch’essi lavorare virtualmente, a patto che la regolamentazione dia efficacia territoriale e legale a contratti, ordini e sentenze.

Immobili e altri beni reali

La corsa all’acquisto di immobili nel metaverso è già iniziata. Gli utenti sono in grado di acquistare, vendere e scambiare beni virtuali utilizzando criptoasset attraverso il metaverso. Mentre la sofisticazione delle interazioni umane è qualcosa che si evolverà nel tempo, grazie alla potenza dei token non fungibili (NFTS), siamo un passo più vicini a un’esperienza virtuale tridimensionale immersiva più concreta.

Intrattenimento nel Metaverso

Gli utenti potranno partecipare a eventi costosi, come i concerti delle pop star, e vivere un’esperienza immersiva completa a un prezzo inferiore rispetto a quello del biglietto. La capacità delle sedi si espanderà, dando agli organizzatori di eventi la possibilità di organizzare più eventi contemporaneamente e di adattarli agli interessi di utenti e comunità specifiche.

Il turismo

Il turismo e il mondo dell’arte sono da sempre interconnessi. Dalle arti visive alla letteratura e al cinema, queste opere hanno da tempo attirato in Italia turisti da tutto il mondo. Il metaverso ridefinirà e rivitalizzerà il turismo fornendo una maggiore accessibilità virtuale a questi luoghi. I musei offrono già visite virtuali sul proprio smartphone o laptop, ma il metaverso creerà un’esperienza di immersione totale attraverso un paio di cuffie, dove si avrà la sensazione di camminare in una galleria piuttosto che cliccare su una pagina web.

Istruzione nel Metaverso

La pandemia di Covid-19 ha imposto blocchi e con essi l’istruzione a distanza, che ha avuto luci e ombre sull’educazione dei bambini. Va detto, però, che le università online sono una realtà da tempo, ed è recente la notizia di un giovane che si è laureato proprio nel Metaverso. Qui si aprono nuovi scenari: lezioni più coinvolgenti, esperienze di gruppo, ricerche e contatti internazionali vivendo virtualmente la vita del campus. Si creeranno forse comunità di interesse, destinate anche a rimodellare nel tempo i programmi ministeriali di istruzione. 

Gioco e realtà aumentata

Il metaverso rappresenta l’evoluzione più probabile di Internet nei prossimi anni e giochi come The Sandbox, Sims e Fortnite ci hanno dato un assaggio della potenziale vita nel metaverso. Man mano che ci spostiamo dalla fantasia alla realtà e che l’interesse per questa tecnologia e per gli asset digitali continua a crescere, queste piattaforme ci permetteranno di andare oltre la connettività come la conosciamo oggi, verso una metamorfosi della realtà virtuale.