Operazione Microsoft -Tik Tok, sorpasso nel mondo social 

4 Agosto 2020, di Mariangela Tessa

Mentre la guerra commerciale USA-Cina infuriava, erano numerosi gli osservatori a notare  che conflitto si stesse evolvendo in una nuova “Guerra Fredda” e che era fondamentalmente una lotta sulla tecnologia che avrebbe portato a due “sistemi” su Internet.

Ipotesi che sembra trovare conferma questi giorni con la recente telenovela che vede come protagonisti Microsoft, Tik Tok e l’amministrazione Trump.

Dopo il recente ban dell’amministrazione Trump a TikTok, ByteDance che controlla il social network si è affannata a salvare il suo business negli Stati Uniti.

ByteDance pensa a creare uno spin-off in un’entità separata, ma ciò consentirebbe comunque di ristabilire i legami operativi con la sua entità cinese, contro cui l’apparato di intelligence di sicurezza degli Stati Uniti si è schierato.

Ma la guerra commerciale tra i due Paesi rappresenta un’ottima occasione di business per Microsoft che sta negoziando un accordo per acquisire l’attività di TikTok negli Stati Uniti, in Canada, Australia e Nuova Zelanda e punta a completare l’accordo prima del 15 settembre.

Secondo un report di Reuters, ByteDance ritiene che TikTok valga 50 miliardi di dollari e quindi l’acquisizione di Microsoft dell’attività in quattro paesi varrebbe molto probabilmente una quota considerevole di questo valore; nei solo Stati Uniti TikTok ha circa 100 milioni di utenti.

Microsoft tenta il sorpasso nel mondo social 

L’affare Tik Tok rappresenta per Microsoft un’arma essenziale per la sua affermazione nel mondo dei social. Negli ultimi anni, Microsoft ha inserito risorse al di fuori del proprio sistema operativo di base e attività cloud tramite acquisizioni di Minecraft e LinkedIn.

Secondo gli analisti del Centro Studi BGSAXO,

questo potrebbe essere un affare essenziale per Microsoft in quanto la società è chiaramente priva di peso nei social media e negli Internet media e il business di TikTok la spingerebbe a essere una minaccia per Facebook e Google.

Del resto, l’acquisizione di Instagram da parte di Facebook è stata immediatamente criticata come troppo costosa, ma con il senno di poi è stata un vero colpo di genio. Allo stesso modo, la potenziale acquisizione di TikTok da parte di Microsoft potrebbe essere un punto di svolta per l’azienda, che ha bisogno di una roccaforte negli Internet media, categoria che diventerà ancora più grande in futuro”.