OPEC PUNTA SU AUMENTO DELLA PRODUZIONE DI GREGGIO

27 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Gli undici membri dell’OPEC hanno fatto sapere di appoggiare l’aumento delle quote di estrazione del greggio nel prossimo mese di piu’ di 2 milioni di barili al giorno, pari all’8,7%, anche se la strategia non convince i commercianti di petrolio. Secondo gli esperti, infatti, questo tentativo non sara’ sufficiente per alleggerire i prezzi.

La Organization of Petroleum Exporting Countries, i cui ministry dell’energia si incontrano a Vienna oggi, ha come obiettivo quello di mantenere il prezzo del greggio intorno ai 25 dollari al barile – nel dicembre 1998 era di 9,55 dollari al barile.

La decisione dovrebbe avere efficacia nel corso dei prossimi tre mesi e modifica l’attuale produzione di 23 milioni di barili al giorno di solo 1 milione di barili. Attualmente i paesi membri estraggono gia’ 1 milione di barili in piu’ rispetto al previsto.

Prima dell’incontro dei ministri dell’energia dell’OPEC, previsto per le 6 della sera ora italiana, il mercato si dimostra cauto ed alle 14:30 GTM sulla piazza di Londra il greggio era trattato a 25,63 dollari al barile, in ribasso di 28 centesimi.