OCCUPAZIONE: CALABRIA FANALINO DI CODA DELL’UE

25 Luglio 2000, di Redazione Wall Street Italia

In tutta l’Unione europea la Calabria è la regione che conta il maggior numero di disoccupati, pari al 28,7% della popolazione attiva.

Al contrario, al primo posto della classifica stilata da Eurostat (Istituto europeo di Statistica) si colloca la regione finlandese di Aland, dove i senza lavoro sono al minimo del 2,1%, molto sotto la media Ue del 9,4%.

La maglia nera italiana non si limita a questo: il nostro Paese è nelle peggiori condizioni sia per quanto riguarda la disoccupazione giovanile (65,2%) che per quella femminile (41,4%).

Per finire, l’Italia è in corsa con la Spagna per il maggior numero di regioni dove la disoccupazione è a livelli record: infatti con l’Andalusia ( 26,8%), l’Estremadura (25,5%), la Ceuta e la Melilla (25,5%), nella pattuglia dei peggiori si trovano la Sicilia (24,8%) e la Campania (23,7%).