NYSE: LE REGOLE DEL DELISTAMENTO (ENRON)

17 Gennaio 2002, di Redazione Wall Street Italia

Enron e’ stata cancellata dal listino. Il mercato scontava ormai questa eventualita’ con certezza quasi assoluta. Tuttavia, le regole secondo cui l’organo di controllo cancella o sospende dal listino il titolo di una societa’ sono poco conosciute. Wall Street Italia prova a fornire un quadro piu’ chiaro della situazione.

La norma che detta le condizioni secondo le quali un titolo puo’ essere sospeso o cancellato dal listino e’ la numero 499 del regolamento degli scambi. Secondo questa regola, i titoli ammessi al listino possono essere sospesi o cancellati in ogni momento. In riferimento a questa eventualita’ il NYSE ha fissato alcuni limiti che se non rispettati possono portare alle conseguenze sopra esposte.

Criteri riguardanti la diffusione delle azioni

  • Numero di azionisti inferiore a 400
  • Numero di azionisti inferiore a 1.200 e volume medio mensile delle azioni trattate inferiore a 100.000 (per gli ultimi 12 mesi)
  • Numero di azioni detenute dal pubblico (da questo computo vengono escluse le partecipazioni superiori al 10% del capitale o quelle detenute da persone coinvolte nella gestione aziendale, i cosiddetti “insider”) inferiore a 600.000. Nel caso il lotto minimo negoziabile sia inferiore a 100, il numero di 600.000 va ridotto in proporzione.

Criteri riguardanti la capitalizzazione
In questo caso i criteri seguono diversi standard. Nel caso questi non vengano rispettati la procedura non e’ immediata ma prevede una lettera da parte del NYSE all’azienda interessata. Ricevuta la lettera, l’azienda ha 10 giorni di tempo per rispondere e 45 giorni per proporre un piano al NYSE per ovviare alla situazione. Una volta approvato il piano, il periodo entro il quale rientrare nei limiti di capitalizzazione fissati e’ di 18 mesi.

Criteri riguardanti il prezzo dell’azione
Nel caso il prezzo dell’azione quotata abbia un valore di chiusura sotto $1 per oltre 30 giorni consecutivi, il NYSE notifica il fatto alla societa’ e questa ha a disposizione 10 giorni per rispondere e 6 mesi per riportare il prezzo sopra tale limite. La societa’ inoltre ha a disposizione 45 giorni (90 nel caso si tratti di una societa’ non americana) per fare un comunicato stampa rivolto agli investitori.

Altri criteri
Nel caso la societa’ non rispetti uno o piu’ dei seguenti criteri il NYSE procedera’ come riguardo ai criteri di capitalizzazione.

  • Riduzione delle attivita’ operative e o cambiamento dello scopo operativo.
  • Bancarotta o liquidazione
  • Comunicazione da parte delle autorita’ al NYSE che il titolo e’ privo di valore. In questo caso il NYSE non procede a verifica.
  • Registrazione presso la SEC non piu’ valida
  • Deleghe non richieste per le assemblee degli azionisti
  • Violazione di accordi
  • Pagamento, rimborso o ritiro di un’intera classe di titoli
  • Operazioni contrarie al pubblico interesse
  • Comitato di controllo non in linea con le regole del NYSE

il NYSE non limita la sua azione alle sole specifiche sopra esposte ma puo’ prendere altre iniziative quando queste siano mirate a difendere gli interessi deli investitori.

Francesco Leone e’ analista di Wall Street Italia