NUOVO RECORD, IN CHIUSURA MIBTEL VOLA A +1,46%

10 Febbraio 2000, di Redazione Wall Street Italia

Malgrado la partenza incerta di questa mattina, la Borsa di Milano ha conquistato il terzo record consecutivo con il Mibtel a +1,46% a 31.423 punti.

Record anche per il Mib 30 a 46.620 punti.

Una giornata che si presentava difficile con gli indici in ribasso al giro di boa delle 14. Ma sono stati i bancari e gli assicurativi a prendere per mano il listino, dopo la rotazione degli investimenti delle ultime due sedute.

Fuori dal coro però c’è da segnalare il boom di acquisti per il titolo Seat Pagine Gialle salito del 14,33%. A saldare il rialzo sono state le voci sulla possibile intesa con il settore internet della telefonia nazionale, ossia Tin.It.

I vertici di Via Saffi hanno però smentito.

Dicevamo dei bancari su cui si è riversato molto denaro. Su tutte, Banca Intesa a +9,31%. Forti rialzi anche per Rolo 1473 a +6,90%, Mediobanca +5,26%, San Paolo Imi +4,50%, Banca Fideuram a +6,92%, Banca di Roma a +3,18%.

Tra gli assicurativi importante salto per Mediolanum che in chiusura segnava un +9,27%. Alleanza assicurazioni prende il 2,40%.

Male le utilities e gli industriali.

L’Enel lascia sul campo l’1,25%. Le Fiat chiudono a -1,45%. Tonfo per le Eni a -5,54%.

Negativi anche i telefonici, in ribasso Olivetti Tecnost e Telecom. Si salvano le Tim che prendono il 3,18%.

Nel Nuovo Mercato, le Tiscali recuperano in chiusura e fanno segnare un +0,98%.