NOVITA’: INVESTIRE SULL’INDICE ANTI-VIRUS

25 Settembre 2007, di Redazione Wall Street Italia

*Pierpaolo Scandurra è Managing Director di www.certificatiederivati.it. I suoi commenti non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.

_______________________________________

(WSI) –
Tra i certificati che nell’ultima settimana hanno iniziato le negoziazioni in Borsa Italiana spicca una novità assoluta che per la prima volta consente di investire sul settore della sicurezza fisica ed elettronica a livello mondiale. Il certificato, un classico benchmark emesso da Societè Gènèrale, è quotato sul SeDex dal 20 settembre e offre all’investitore la possibilità di replicare linearmente l’indice SGI Global Security, nato da una collaborazione tra la stessa emittente francese e la Standard&Poor’s. L’indice è composto dai titoli delle 30 principali società al mondo ( con una prevalenza di aziende del Nord America) che operano nel settore della sicurezza fisica ed informatica ed in particolare di produzione di sistemi di allarme, gestione delle prigioni, programmazione di software antivirus.

Il primo milione (di euro) e’ sempre il piu’ difficile. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

L’interesse crescente registrato negli ultimi anni verso il tema della sicurezza tecnologica e il processo di privatizzazione delle attività di protezione dei cittadini, finora assicurate dallo Stato, hanno creato un contesto interessante per investire in questo settore. Attualmente il mercato della sicurezza fisica genera un giro d’affari pari a 56 miliardi di dollari a livello mondiale. Gli analisti della società di ricerca Freedonia Group prevedono che il comparto possa crescere ad un tasso medio annuo di circa l’8% fino al 2010. Il settore della sicurezza informatica, al momento, ha un giro di affari di 7 miliardi di dollari, ma presenta forti potenzialità di crescita. Basti pensare che nel 2006 il numero di virus è aumentato del +400% e le di truffe on line hanno raggiunto i 2 miliardi di dollari.

Compongono il portafoglio, tra gli altri, i big della lotta alla diffusione dei virus McAfee e Symantec, Assa Abloy, Check Point Software Tech e la Secom,. Il certificato, con durata di cinque anni, è stato emesso ad un prezzo di 94,32 euro ed è soggetto ad una commissione annua dell’1% per la gestione dell’indice.

Con questa nuova emissione sale a nove il numero di indici tematici ideati sotto il marchio SG Index su cui è possibile investire con certificati benchmark o strutturati. La maggior parte è legata al settore delle energie rinnovabili ( ERIX) energia solare ( SOLEX), acqua (WOWAX), biomasse (BIOX) energie alternative ( WAEX) , ma sono ben rappresentati anche la filiera dell’uranio (URAX) e il comparto del legname (TIMBEX). Chiude il PRIVEX, indice sintetico dedicato al Private Equity. Tutti i certificati sono quotati al SeDex.

Copyright © www.certificatiederivati.it per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved