Nio spinge sull’acceleratore, nuovi accordi per raddoppiare produzione

26 Maggio 2021, di Mariangela Tessa

Continua la scalata di Nio, principale concorrente di Tesla in Cina, verso l’olimpo dei costruttori di auto elettriche. La societa che, nelle ultime settimane, ha annunciato il piano di espansione in Europa, ha annunciato il rinnovo degli accordi con due produttori cinesi, Jianghuai Automobile Group (JAC) e con Jianglai Advanced Manufacturing Technology, che le permetteranno di raddoppiare la sua capacità produttiva e realizzare 240.000 veicoli all’anno.

I termini finanziari degli accordi non sono stati rivelati. Tuttavia grazie a queste intese, il gruppo sarà in grado di beneficiare di economie di scala e di futuri miglioramenti nei processi di produzione e superare i vincoli che nei mesi scorsi hanno frenato la produzione. All’inizio di quest’anno, Nio ha detto che mirava a raggiungere le 150.000 unità di produzione annuale.

In base all’accordo, JAC continuerà a produrre i modelli ES8, ES6, EC6 e ET7 nonché i nuovi modelli in fase di progettazione mentre Jianglai sarà responsabile dell’assemblaggio delle parti e della gestione delle operazioni. Nio, dal canto suo, si occuperà dello sviluppo dei veicoli, dell’ingegneria, della catena di approvvigionamento, della gestione della qualità e dei processi di produzione.

Nio: i numeri del primo trimestre

Tra gennaio e marzo, il costruttore asiatico ha raggiunto un giro d’affari per 1,22 miliardi di dollari, in crescita del 481% su base annua. Un dato nettamente superiore alle stime del mercato, che erano per un risultato pari a 1,06 miliardi di dollari. In netto calo le perdite che, nello stesso periodo, sono state pari a $744.1 milioni. Anche in questo caso si è trattato di un risultato migliore delle attese.

Nio ha dichiarato di aver consegnato 20.060 veicoli nel primo trimestre, in aumento del 423% rispetto al primo trimestre del 2020 e in crescita di quasi il 16% rispetto al quarto trimestre. La società si aspetta di consegnare veicoli tra 21.000 e 22.000 nel secondo trimestre, con vendite comprese tra $ 1,24 miliardi e $ 1,29 miliardi.