Wall Street giù in attesa Fed. I titoli migliori e peggiori e l’alert volatilità

17 Agosto 2016, di Laura Naka Antonelli

Wall Street negativa, in attesa della pubblicazione delle minute della Fed che, si spera, faranno chiarezza sull’intenzione di Janet Yellen e del Fomc di alzare i tassi o meno nel corso del 2016.

Le minute – che sono relative all’ultima riunione del Fomc dello scorso 26-27 luglio – saranno rese note alle 20 ora italiana.

Sotto pressione tutti e tre gli indici azionari Usa Dow Jones, lo S&P e Nasdaq Composite fanno dietrofront.

Di seguito i titoli migliori e peggiori del Dow Jones.

 

Su Cisco, si attende l’annuncio ufficiale sui nuovi licenziamenti decisi dal colosso, che dovrebbe arrivare dopo la fine della sessione a Wall Street. Si parla di 14.000 tagli.

Sull’andamento futuro dell’azionario Usa, un segnale sicuramente poco confortante arriva dal cosiddetto “indice della paura”, ovvero dall’indice CBOE Volatility Index (VIX), che misura la volatilità implicita e che al momento balza oltre +6%.

Il co-fondatore di 720 Global Michael Lebowitz, intervistato da MarketWatch, fa notare come al momento non ci sia paura a Wall Street:

“Le contrattazioni sui mercati azionari Usa  stanno andando avanti come se stessimo vivendo una pigra estate, in aperto contrasto con i rischi che molti di noi intravedono, in merito alle elezioni (Usa)”.

E i movimenti della volatilità di oggi, con l’indice che schizza verso l’alto, indicano per l’appunto che probabilmente gli investori stanno iniziando a rendersi conto come non ci siano i presupposti, al momento, per essere del tutto tranquilli. A dispetto dei recenti record messi a segno dall’azionario.

 

Tornando ai titoli, a perdere oggi sono soprattutto quelli del settore retail come Low’s, oltre -6% dopo che i risultati di bilancio e le stime hanno deluso le attese; Target, anche in questo caso oltre -6% dopo aver tagliato le stime, e Staples, quasi -8%, dopo che la società ha assistito a una perdita di bilancio, causa l’impatto di oneri di un valore di quasi $1 miliardo.