Wall Street apre contrastata dopo il report occupazionale Usa

1 Febbraio 2019, di Daniele Chicca

Gli Stati Uniti hanno creato più posti del lavoro del previsto il primo mese dell’anno, ma ciononostante i mercati non sono del tutto convinti che sia il caso di continuare a comprare dopo un gennaio da record. La prova incredibilmente positiva di inizio anno ha consentito agli indici principali della Borsa Usa di cancellare in gran parte (o del tutto come nel caso del Nasdaq) le perdite subite a dicembre.

In avvio di seduta a Wall Street il Dow Jones guadagna lo 0,3% a 25.076 punti, ma il paniere composito Nasdaq lascia sul campo la 7.255, complice qualche presa di benefici sui tecnologici. Su Facebook, Amazon, Apple, Microsoft e Netflix sono puntati i fari degli investitori dopo le ultime trimestrali societarie. L’indice allargato S&P 500 è poco mosso a quota 2.704 punti. In Europa positive la Borsa di Londra (+0,6%) e di Parigi (+0,2%), negative Francoforte (-0,2%), Madrid (-0,6%) e soprattutto Milano (-1,1% a 19.503). L’indice paneuropeo Euro Stop 600 è piatto a 356.