Wall Street al rallentatore nonostante frasi accomodanti di Powell (Fed)

27 Febbraio 2018, di Daniele Chicca

Partenza mista e con il freno a mano tirato per l’azionario Usa. Come lasciava intendere l’andamento dei futures sui tre principali indici della Borsa americana, Wall Street apre in calo. Si interrompe dunque una serie positiva che durava da tre sedute. Non influiscono positivamente, come invece ci si sarebbe potuti aspettare, le dichiarazioni che farà oggi al Congresso americano Jerome Powell. Sul Forex, l’euro si indebolisce dello 0,17% sul dollaro attestandosi a quota $1,2292.

Il presidente della Fed, si legge nei commenti già preparati, lascerà intendere che la banca centrale manterrà invariati i piani per un ciclo di rialzo dei tassi sostenuto ma non eccessivo, dal momento che l’inflazione rimane al di sotto dell’obiettivo del 2%. Le autorità della Fed si aspettano per il momento tre strette monetarie nel 2018 e Powell non esprimerà l’intenzione di accelerare tale ritmo, nemmeno con un’economia in crescita e con gli stimoli monetari che continuano a favorire la ripresa. Tuttavia, vari economisti e analisti, come quelli di ING Bank, scommettono comunque su quattro rialzi dei tassi nel 2018.