Usa: inflazione si raffredda ancora, crea problemi per la Fed

14 Giugno 2017, di Daniele Chicca

Negli Stati Uniti l’inflazione si è raffreddata ulteriormente, con i prezzi al consumo che si sono contratti dello 0.1% in maggio contro l’incremento dello 0,2% su base mensile atteso. Ad aprile il risultato era stato di +0,1%. Per la percentuale ‘core’ – esclusi cibo ed energia – è la terza sorpresa negativa di fila.

L’impressione è che i dati sull’inflazione avranno implicazioni anche sulle decisioni che prenderà la Federal Reserve, che potrebbe avere una scusa per avere meno fretta di alzare i tassi dopo la stretta monetaria scontata nella riunione odierna. Sui mercati il dollaro cede terreno sull’euro. Il calo del biglietto verde favorisce l’oro che fa un balzo superiore all’1%. Anche un altro bene rifugio, i Bond Usa a lunga scadenza, sono molto richiesti quest’oggi in Usa.