Usa: inflazione core in crescita. Via libera a nuovi rialzi tassi Fed?

16 Marzo 2016, di Laura Naka Antonelli

ROMA (WSI) – Nel giorno della decisione della Fed sui tassi è stato reso noto l’indice dei prezzi al consumo Usa, fondamentale termometro per monitorare il trend dell’inflazione.

Su base mensile, i prezzi al consumo sono scesi a febbraio dello 0,2%, sulla scia dell’ennesima flessione dei prezzi della benzina. Tuttavia, le pressioni inflazionistiche hanno rialzato la testa, se si considera il trend su base annua, soprattutto della componente core, ovvero dell’inflazione depurata dai prezzi dei beni energetici e alimentari.

I prezzi al consumo core sono di fatto saliti a un ritmo annuale del 2,3%, ovvero al tasso più alto dal maggio del 2012.

L’indice dell’inflazione, in generale, è salito invece di appena +1%, rispetto al +1,4% di gennaio.

Tornando al trend su base mensile, i prezzi energetici sono scesi di ben -6% lo scorso mese, mentre i prezzi dei beni alimentari sono saliti +0,2%, riportando la prima crescita dallo scorso autunno.