Usa: creati 215.000 nuovi posti lavoro, disoccupazione al 5%

1 Aprile 2016, di Laura Naka Antonelli

NEW YORK (WSI) – Reso noto dal fronte macroeconomico Usa il report occupazionale degli Stati Uniti, che ha messo in evidenza una creazione di 215.000 posti di lavoro nel mese di marzo, a fronte di un tasso di disoccupazione in lieve rialzo, al 5% dal 4,9% precedente, causa l’aumento della partecipazione alla forza lavoro.

Massima attenzione al dato, attentamente monitorato dalla Fed.

In media, i salari orari sono saliti +0,3%, a $25,43 su base mensile, riportando su base annua un aumento +2,3%, così come a febbraio. Le ore di lavoro settimanali sono rimaste anch’esse invariate, a 34,4 ore.

Il tasso di partecipazione alla forza lavoro ha raggiunto il 63% per la prima volta in due anni.

Il dipartimento del Lavoro Usa ha reso noto che a febbraio sono stati creati +245.000 nuovi posti di lavoro, invece dei 242.000 inizialmente resi noti. Il dato di gennaio è stato rivisto lievemente al ribasso da +172.000 a +168.000.