UniCredit: “no preoccupazione su bond subordinati”. Titolo fino a +3% poi rallenta

2 Febbraio 2017, di Laura Naka Antonelli

“Sui bond subordinati non vedo alcuna preoccupazione”. E’ quanto ha affermato Gianni Papa, direttore generale di Unicredit nel corso di un’audizione alla Commissione Finanze della Camera. Papa ha precisato: “Abbiamo immediatamente comunicato alla clientela nel dicembre 2015, quando sono entrate in vigore, tutte le procedure di bail in e non abbiamo più venduto questo tipo di bond ai nostri clienti retail”.

In audizione anche il direttore finanziario di UniCredit Mirko Bianchi:

Sul fondo Atlante “abbiamo fatto una svalutazione che vedrete dai conti che saranno approvati la prossima settimana”.

“Abbiamo avuto un approccio prudenziale e abbiamo semplicemente applicato i nostri modelli interni ma non rendiamo noto a che livello abbiamo svalutato Atlante. Fa parte del modo di gestire queste situazioni con prudenza, abbiamo preso questa strada”.

Volatile la performance del titolo UniCredit a Piazza Affari. Sull’indice Ftse Mib le quotazioni sono salite fino a +3%, per poi dimezzare i guadagni.