Terremoto politico in Grecia, avanza la destra. Verso elezioni anticipate

27 Maggio 2019, di Mariangela Tessa

Terremoto politico in Grecia, dopo che le elezioni europee hanno confermato la netta affermazione dell’opposizione conservatrice. Nuova Democrazia è arrivata al 33% dai dati preliminari rispetto al magro 24% dello schieramento di una sinistra divenuta più moderata imperniato su Syriza.

Il premier Alexis Tsipras ha quindi annunciato elezioni anticipate per fine giugno, quattro mesi di anticipo sulla scadenza naturale di ottobre.

Più staccato al terzo posto il centrosinistra di Kinal al 7% mentre due forze più estremiste come i comunisti e la destra nazionalista di Alba Dorada sono rispettivamente al 6% e al 5%.