Superbonus, M5s e Pd potrebbero convergere su proroga al 2023

1 Dicembre 2020, di Alberto Battaglia

“Secondo le stime, con il Superbonus 110% in un triennio si prevede un impatto sul Pil di 3 punti percentuali con una crescita di 63 miliardi e una media di incremento occupazionale di 100 mila addetti l’anno compreso l’indotto. A conferma della bontà di una misura fortemente voluta dai nostri Riccardo Fraccaro, Stefano Patuanelli e da tutto il Movimento 5 Stelle e su cui è importante investire già nella Manovra 2021 mediante una proroga della scadenza almeno fino al 2023″, così la ministra del Lavoro, Nunzia Catalfo in merito alla proposta di una proroga del Superbonus, lanciata in un emendamento presentato alla Legge di Bilancio.

E’ positivo che la ministra Catalfo si schieri a favore della proroga al superbonus del 110%“, ha commentato la firmataria dell’emendamento Martina Nardi (Pd), presidente della Commissione attività produttive alla Camera, “significa che si può concretamente costruire una proposta in tal senso con il governo, ad esempio accogliendo l’emendamento della Commissione Attività produttive della Camera che va proprio nella direzione di un prolungamento fino al 2023 e di una ridefinizione dei criteri per renderne più agevole l’utilizzo”.

“Si tratta di un intervento strutturale di fondamentale importanza, capace di mettere in condizione le imprese edili di superare l’emergenza e trovarsi pronte per il dopo Covid”, ha proseguito Nardi, “e soprattutto per consentire a famiglie e aziende di rendere i propri immobili più ecostenibili e più sicuri. Per questo motivo siamo sicuri che potremmo trovare tutti insieme le condizioni favorevoli per ottenere questa proroga”.