Sterlina ai minimi dal 2009 e potrebbe scendere fino a livelli 1985

24 Febbraio 2016, di Daniele Chicca

Le paure che il Regno Unito abbandoni l’Unione Europea stanno facendo capitolare la divisa britannica sui mercati. La sterlina è scesa sotto 1,40 dollari per la prima volta dal 2009. La volatilità è ai massimi da quattro anni e mezzo.

Secondo alcuni analisti in caso di Brexit potrebbe scendere anche fino ai livelli toccati nel 1985. HSBC prevede che la sterlina perderà il 20% contro il dollaro Usa e che l’inflazione schizzerà al rialzo. Quanto all’economia, il Pil del Regno Unito accuserà un rallentamento brusco a breve medio termine (il tasso di crescita sarà dell’1,5% più basso nel 2017 secondo la banca).