Rimonta petrolio ma trader avvertono: offerta rimane in eccesso

8 Aprile 2016, di Daniele Chicca

I prezzi del petrolio stanno rimontando dopo i crolli delle ultime sedute, con il contratto sul Brent che si è riportato anche sopra i 40 dollari al barile, forte di un incremento di due punti percentuali circa. Il mercato spera che Germania e Stati Uniti, che hanno pubblicato dati macro incoraggianti ultimamente, possano sostenere la domanda.

Gli analisti e i trader contattati da Reuters hanno tuttavia avvisato che i fondamentali rimangono preoccupanti. In particolare viene citata l’offerta in eccesso, che rischia di compromettere i rialzi odierni e avviare un’altra fase di ribassi per le quotazioni del petrolio.

La numero uno della Federal Reserve Janet Yellen ha detto che l’economia Usa sta facendo passi in avanti, mentre la Germania ha riportato un incremento netto delle esportazioni, superiore alle previsioni.