Referendum, sondaggi sempre peggio per il governo: No in testa di 5-7 punti

15 Novembre 2016, di Daniele Chicca

Con l’avvicinarsi dell’appuntamento con il referendum costituzionale, per il governo Renzi si mette sempre peggio. Gli ultimi sondaggi danno un margine di vantaggio più ampio al fronte dei No alla riforma della legge costituzionale e in particolare dell’articolo V.

Quando mancano meno di tre settimane al voto popolare, i 32 sondaggi pubblicati dal 21 ottobre a oggi da 11 istituti differenti danno tutti il No in testa e in linea generale il distacco si è ampliato a favore di chi è contro la riforma.

Nei tre sondaggi pubblicati più di recente, ovvero lunedì, i No sono in vantaggio di 5 punti per IPR Marketing e di 7 punti per Tecne. Secondo EMG Acqua il divario è di sei punti. Trattandosi di un referendum confermativo e non abrogativo, perché il voto venga convalidato non serve il raggiungimento del quorum.