Pininfarina agli indiani: dopo il tonfo, oggi rialzo teorico del 33%

15 Dicembre 2015, di Alberto Battaglia

Prezzo bloccato per il titolo Pininfarina a Piazza Affari, dopo il crollo del 69% segnato ieri in seguito all’annuncio sulla vendita della società agli indiani di Mahindra & Mahindra. La crescita teorica sarebbe superiore al 33%.

L’affare include la cessione dell’80% di Pininfarina a Mahindra, l’Opa sul restante 20% e un aumento capitale. La holding di famiglia, Pincar, che detiene il 76% dell’azienda, venderà le proprie quote a 1,1 euro per azione (4,2 era il loro prezzo di mercato prima dell’annuncio del deal). Così si è espresso in merito l’ad Silvio Pietro Angori:

Oggi iniziamo a scrivere il prossimo capitolo della storia di Pininfarina. Siamo orgogliosi e felici di entrare a far parte del gruppo Mahindra. È un giorno splendido, Pininfarina diventa più forte e più globale che mai. L’operazione, per complessivi 150 milioni di euro circa, permetterà al suo termine di far emergere la società con un completo riequilibrio della esposizione debitoria, con saldo e stralcio di una quota pari a quasi il 60% del debito corrente, mentre il debito residuo sarà riscadenzato a 10 anni e garantito dal gruppo Mahindra