Pil mondiale in calo da cinque trimestri consecutivi

18 Marzo 2016, di Daniele Chicca

Secondo le stime dell’Economist, il Pil mondiale è cresciuto del 2,5% nell’ultimo trimestre del 2015 su base annuale. La crescita economica globale ha subito un rallentamento per cinque trimestri consecutivi e il tasso di espansione è il più basso da inizio 2013.

A pesare è in particolare la frenata dell’attività economica dei Brics, esclusa l’India. Cina, Brasile e Russia attraversano un periodo difficile, così come anche altri paesi in via di Sviluppo. Il contributo del blocco degli emergenti al Pil mondiale è sceso dal 2,6% del terzo trimestre del 2013 all’1,8% di fine 2015.

Nel mondo industrializzato, il tasso di crescita del Pil è stato più basso su base trimestrale in Usa, Giappone e Regno Unito. La crescita dell’area euro è stata moderata da quando il blocco a 19 è uscito dalla fase di recessione successiva alla crisi del debito sovrano e gli economisti riconoscono che anche quest’anno la performance economica non andrà molto meglio.