Petrolio, contratto WTI a un dollaro solo di distanza dai massimi del 2017

30 Ottobre 2017, di Daniele Chicca

Sul mercato energetico il prezzo del petrolio WTI si avvicina ai massimi del 2017 (manca solo un dollaro) dopo che venerdì scorso il Brent era salito sopra la soglia psicologica importante dei 60 dollari al barile. Il greggio sta traendo vantaggio dai segnali di un rafforzamento della crescita economica e dai segnali di una possibile estensione dei tagli alla produzione da parte di Russia e Arabia Saudita. Il Segretario generale dell’Opec Barkindo ha detto che i due paesi hanno chiarito le loro posizioni in vista del summit del 30 novembre.

Intanto Wall Street ha aperto gli scambi in ribasso ma quando sono passati più di 60 minuti all’avvio l’andamento sta migliorando leggermente.  Gli investitori stanno digerendo una nuova sfilza di risultati societari trimestrali e le ultime notizie giunte dal fronte politico Usa. L’ex presidente della campagna di Donald Trump Paul Manafort è stato arrestato con l’accusa di cospirazione contro gli Stati Uniti. L’uomo si è consegnato oggi insieme al suo ex socio alle autorità dell’Fbi.