Petroliferi sotto pressione, Saipem batte tutti grazie a M&A

19 Maggio 2016, di Daniele Chicca

È netto il ribasso dei titoli petroliferi alla Borsa di Milano in scia al ritracciamento delle quotazioni del petrolio. Dei gruppi la perdita più pesante è quella subita da Eni, che cede il 2,8% a quota 13,23 euro. In forte calo anche Tenaris, in flessione del 2,6%. La scampa invece Saipem (+1,58% al momnento) che trae giovamento dalle trattative in corso per una operazione di maxi fusione tra la francese Technip e l’americana FMC Technologies.

Tra le materie prime, il contratto sul petrolio Wti accusa una contrazione di oltre 2 punti percentuali dopo che ieri sera i verbali della Fed hanno mostrato come diversi esponenti del braccio di politica monetaria siano a favore di un rialzo dei tassi di interesse già nella prossima riunione di giugno.