Iran, Rouhani: “La Casa Bianca è afflitta da ritardo mentale”

25 Giugno 2019, di Alberto Battaglia

Il presidente della repubblica islamica dell’Iran, Hassan Rouhani, ha utilizzato parole assai dure per definire il nuovo round di sanzioni inflitte dagli Usa al Paese. Durante un intervento trasmesso in tv, Rouhani ha dichiarato che questi nuovi provvedimenti sono “oltraggiosi ed idioti” e che la Casa Bianca è “afflitta da ritardo mentale”. Lo ha riferito l’Associated Press.

Trump ha detto che le sanzioni statunitensi “negheranno al capo supremo [l’ayatollah Khamenei], all’ufficio del capo supremo e a coloro i quali sono a lui strettamente affiliati l’accesso a risorse finanziarie chiave” e ha aggiunto che le misure “rappresentano una risposta forte e proporzionata alle azioni sempre più provocatorie dell’Iran”.