Forex, giornata di calma ma non per la sterlina: peggiore valuta di giornata

11 Ottobre 2017, di Daniele Chicca

Sul mercato valutario la sterlina britannica è quella che mostra l’andamento più negativo, mentre lo yen giapponese è la moneta in maggiore rafforzamento tra quelle principali mondiali. Il dollaro Usa intanto è contrastato ma si indebolisce sull’euro e scambia in area $1,1830. La divisa giapponese è la valuta più richiesta in vista delle elezioni anticipate del 22 ottobre. Nonostante la forza dello yen nella notte l’indice Nikkei della Borsa di Tokyo ha chiuso ai massimi di 21 anni.

La sterlina perde invece terreno contro quasi tutte le rivali chiave. Non sono tanti i dati macro che potrebbero cambiare lo scenario sul Forex: il rapporto americano JOLTS sulle assunzioni, che verrà reso noto alle 16 italiane, l’asta di bond Usa a 10 anni, e i verbali della Fed, che verranno comunicati alle 20, a mercati europei chiusi. Il futuro dell’euro, invece, lo deciderà in gran parte la Bce con la riunione di questo mese.