Fed, Williams: almeno tre rialzi dei tassi nel 2017, tutto dipenderà dai dati

23 Marzo 2017, di Daniele Chicca

In un’intervista al Wall Street Journal il presidente della Fed di San Francisco John Williams ha voluto spegnere le voci secondo cui si profila una battaglia quest’anno tra Janet Yellen, che ha già buttato la palla in campo con il rialzo dei tassi di questo mese, e Donald Trump, che invece deve ancora varare le misure pro aziende e pro crescita promesse.

Williams sostiene che ci saranno “almeno tre strette monetarie” nel 2017 e che tutto dipenderà però dai dati macro. Il tasso ideale per tornare alla “normalità” secondo il membro con diritto di voto del braccio di politica monetaria americana è del 2,5%-3%, ma “i miei colleghi probabilmente lo vedono più in area 3%“.

Negli ultimi anni i timori maggiori che hanno spinto la Fed a posticipare il ritorno dei tassi alla normalità, secondo Williams, erano legati alla situazione internazionale. I rischi sono “relativamente equilibrati” al momento e Williams non si aspetta di vedere grandi oscillazioni del dollaro Usa sul mercato valutario.