Fed e guerra commerciale deprimono Wall Street

14 Giugno 2018, di Mariangela Tessa

La Fed deprime Wall Street. Ieri la Borsa Usa ha chiuso i battenti in calo mentre gli investitori digerivano le scelte della Federal Reserve e tornavano a temere una guerra commerciale tra Usa e Cina dopo le indiscrezioni secondo cui l’amministrazione Trump intende tirare dritto con il suo piano di imporre dazi su prodotti tecnologici cinesi per potenziali 50 miliardi di dollari.

Il DJIA ha perso 119,53 punti, lo 0,47%, a quota 25.201,20. L’S&P 500 ha ceduto 11,22 punti, lo 0,4%, a quota 2.775,63. All’indomani di una seduta a livelli mai raggiunti prima in chiusura, il Nasdaq Composite ha lasciato sul terreno 8,10 punti, lo 0,11%, a quota 7.695,70.