Euro si svaluta prima della Bce: Draghi rischia di provocare grandi scossoni

23 Ottobre 2017, di Daniele Chicca

In attesa della riunione della Bce di giovedì in cui Mario Draghi dovrebbe annunciare il ridimensionamento del programma di allentamento monetario straordinario, l’euro si indebolisce sul Forex. La moneta unica guarda inoltre con timori all’aggravarsi della crisi costituzionale in Catalogna. Il cambio euro dollaro scambia al momento in area $1,1762, in calo dagli 1,1785 dollari della chiusura di venerdì. Il dollaro/yen sale a 113,731 da 113,500. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib sale solo dello 0,01% a 22.349 quota punti in avvio.

Il tutto mentre la Bce rischia di provocare grandi scossoni sui mercati finanziari mondiali e non sono in area euro. Le banche centrali dell’Africa e dei paesi confinanti o che fanno affari con l’Europa, le cui monete sono molto influenzate dall’euro, spesso si allineano a quello che decide e fa la Bce. L’impatto della riduzione della mole del programma di Quantitative Easing, seppure in concomitanza con una sua estensione probabilmente di nove mesi, si sentirà dalla Svizzera alla Costa d’Avorio secondo il Wall Street Journal.