Elezioni Svezia: avanza il partito di estrema destra, ma non sfonda

10 Settembre 2018, di Mariangela Tessa

Nelle elezioni in Svezia, l’estrema destra cresce ma non sfonda, calano i socialdemocratici e il governo diventa un rebus.Ai tre quarti di voti scrutinati, i populisti Democratici svedesi, che
puntavano al 20%, fermano la loro ascesa al 17,7% (+4,7% sul 2014).

Il primo partito (come accade ormai ininterrottamente dal 1917) è anche questa volta quello dei Socialdemocratici, con il 28,4% dei voti, in calo di quasi 3 punti rispetto al 2014.

I Moderati si attestano al 19,7%, seconda forza (-3,5%). Seguono il partito di Centro (8,6%), la Sinistra (7,9%), i Cristiano-democratici (6,4%), i Liberali (5,5%) e i Verdi (4,3%).